Lascia un commento

“IL MIO MONDO FINIRA’ CON TE” IL ROMANZO DEL MESE DI LUGLIO-AGOSTO 2022,SCELTO DALLA RIVISTA DI CULTURA OLTRE,NELL?AMBITO DEL PROGETTO_LETTURA DEL M.i.C.

IL MIO MONDO FINIRÀ CON TE

CARMELO ALIBERTI

UN GRANDE ROMANZO D’AMORE E DI TORMENTO CHE

INDUCE A PROFONDE RIFLESSIONI E NON LASCIA CICATRICI

Il romanzo, ormai da tempo, ha smesso di essere strumento d’indagine e di civilizzazione. L’italiano letterario, poi, è un ricordo lontano. La lingua letteraria è sempre più povera, congelata, standardizzata. Anche un minimo di complessità di pensiero e di espressione non piace, infastidisce. La narrativa contemporanea è fatta principalmente di opere di largo consumo, di scarsa cura stilistica e che, il più delle volte, nasconde l’incapacità di mettere   sulle pagine una prosa di qualità. Spesso gli autori più letti sono quelli che hanno un elevato potenziale commerciale, non di rado sono volti noti della televisione, che promuovono il loro “capolavoro” partecipando a qualche programma, preferibilmente di cucina, fra i fornelli. Nessuna di queste “opzioni vincenti” appartiene a Carmelo Aliberti. Esaminando tutta la sua vasta produzione letteraria ci rendiamo conto che a Lui, e solo a pochi altri, spetta, oggi, il merito di avere ridato dignità alla letteratura. Anche la sua ultima fatica letteraria IL MIO MONDO FINIRÀ CON TE        ne è un esempio. È un romanzo ricco di sfumature colte, affreschi storici, drammi, flussi di coscienza, tormenti, sogni, speranze. Non mancano intensi monologhi con il proprio io. Filone principale del romanzo è l’Amore, quello con la A maiuscola, fra Carlo e Anna, la sua Beatrice.  L’Aliberti, come un novello   Dante, viaggia attraverso il tempo annodando su questo filone principale altre microstorie, crude, schiette e spesso violente; ci sventaglia le ingiustizie, l’arroganza e le follie di chi detiene il potere, la ferocia e la disumanità delle guerre.   Riflette sulla predisposizione dell’umanità al male e alla violenza e come Salvatore Quasimodo, constata che la natura umana è incapace di evolversi. Cambiano i mezzi, cambiano le forme, cambiano gli intenti, ma dietro la maschera dell’evoluzione si nascondono sempre i primordiali istinti di violenza e di sopraffazione dell’uomo primitivo, “UOMO DEL MIO TEMPO /sei ancora quello della pietra e della fionda… senza Cristo/ Hai ucciso ancora, come sempre…E questo sangue odora come nel giorno quando il fratello disse all’altro fratello: Andiamo ai campi…” Altro protagonista del romanzo, oltre all’Amore, è la Fede. Un sentimento   religioso che Aliberti ha sempre respirato in famiglia. Momenti struggenti, delicati, emozionanti sono quelli dedicati ai suoi familiari. Familiari che io ho avuto il privilegio di conoscere personalmente. Il padre, “poeta e filosofo” come lo aveva definito mio padre. Il fratello Ninai, una cara persona disponibile ed amata da tutti. La sorella suora, un’anima pura e delicata. Aliberti con la sua penna ci presenta il mondo nella sua interezza, in tutte le sue sfumature, ma con uno sguardo particolare alla sua amata Sicilia, un tempo tempio di arte di cultura, dove si assaporano profumi, colori e dove dimora la bellezza della natura. Terra intrisa di miti e leggende, terra dove pascolavano gli armenti del Dio Sole, già benedetta da Demetra, terra dove Galatea, con il suo pianto perenne per avere perduto il suo amato fece sorgere un ruscello che prese il nome di Longano. Purtroppo da questa nostra splendida e amara isola si è spesso costretti a fuggire, se si vuole “riuscire a creare i presupposti per formarsi una famiglia, con uno stabile rapporto di lavoro…dopo le delusioni inflitte dal nuovo stato unitario… che non aveva mantenuto le promesse garibaldine…”. Non vi è dubbio che l’autore con la sua straordinaria capacità narrativa e il suo stile colto, ma comprensibile a tutti, ci ha regalato un grande romanzo, che ci induce seriamente a profonde riflessioni su ciò che realmente è la vita. Un soffio di vento, direi io, e ognuno di noi dovrebbe lasciare impronte, non cicatrici.

Novembre 2022 – Maria Torre

IL

Pubblicità

Informazioni su Carmelo Aliberti

Carmelo Aliberti è nato nel 1943 a Bafia di Castroreale (Messina), dove risiede, dopo la breve parentesi del soggiorno a Trieste, e insegna Lettere nel Liceo delle Scienze Sociali di Castroreale. È cultore di letteratura italiana presso l’Università di Messina, nominato benemerito della scuola, della cultura e dell’arte dal Presidente della Repubblica. Vincitore di numerosi premi, ha pubblicato i seguenti volumi di poesia: Una spirale d’amore (1967); Una topografia (1968); Il giusto senso (1970); C’è una terra (1972); Teorema di poesia (1974);Tre antologie critiche di poesia contemporanea( 1974-1976). POETI A GRADARA(I..II), I POETI DEL PICENUM. Il limbo la vertigine (1980); Caro dolce poeta (1981, poemetto); Poesie d’amore (1984); Marchesana cara (1985); Aiamotomea (versione inglese del prof. Ennio Rao, Università North Carolina, U.S.A., 1986); Nei luoghi del tempo (1987); Elena suavis filia (1988); Caro dolce poeta (1991); Vincenzo Consolo, poeta della storia (1992); Le tue soavi sillabe (1999); Il pianto del poeta (con versione inglese di Ennio Rao, 2002). ITACA-ITAKA, tradotta in nove lingue. LETTERATURA SICILIANA CONTEMPORANEA vol.I,p.753, Pellegrini ,Cosenza 2008; L'ALTRA LETTERATURA SICILIANA CONTEMPORANEA( Ed.Scolasiche -Superiori e Univesità-) Inoltre, di critica letteraria: Come leggere Fontamara, di Ignazio Silone (1977-1989); Come leggere la Famiglia Ceravolo di Melo Freni (1988); Guida alla letteratura di Lucio Mastronardi (1986); Ignazio Silone (1990); Poeti dello Stretto (1991); Michele Prisco (1993); La narrativa di Michele Prisco (1994); Poeti a Castroreale - Poesie per il 2000 (1995); U Pasturatu (1995); Sul sentiero con Bartolo Cattafi (2000); Fulvio Tomizza e La frontiera dell’anima (2001); La narrativa di Carlo Sgorlon (2003). Testi, traduzioni e interviste a poeti, scrittori e critici contemporanei; Antologia di poeti siciliani (vol. 1º nel 2003 e vol. 2º nel 2004); La questione meridionale in letteratura. Dei saggi su: LA POESIA DI BARTOLO CATTAFI e LA NARRATIVA DI FULVIO TOMIZZA E LA FRONTIERA DELL'ANIMA sono recentemente uscite le nuove edizioni ampliate e approfondite, per cui si rimanda ai relativi articoli riportati in questa sede. E' presente in numerose antologie scolastiche e sue opere poetiche in francese, inglese, spagnolo, rumeno,greco, portoghese, in USA, in CANADA, in finlandese e in croato e in ungherese. Tra i Premi, Il Rhegium Julii-UNA VITA PER LA CULTURA, PREMIO INTERN. Per la Saggistica-IL CONVIVIO 2006. Per LA NARRATIVA DI CARLO SGORLON. PREMIO "LA PENNA D'ORO" del Rotary Club-Barcellona. IL Presidente della Repubblica lo ha insignito come BENEMERITO DELLA SCUOLA;DELL CULTURA E DELL?ARTE e il Consigkio del Ministri gli ha dato Il PREMIO DELLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO 3 VOLTE. E' CUlTORE DELLA MATERIA DI LETTERATURA ITALIANA. Il Premio MEDITERRANEO alla carriera. Il PREMIO AQUILA D'ORO,2019. Con il romanzo BRICIOLE DI UN SOGNO, edito dalla BastogiLibri di Roma gli è stato assegnato il Premio Terzomillennio-24live.it,2021 Sulla sua opera sono state scritte 6 monografie, una tesi di laurea e sono stati organizzati 9 Convegni sulla sua poesia in Italia e all'estero. Recentemente ha pubblicato saggi su Andrea Camilleri, Dacia Maraini,e rinnovati quelli su Sgorlon, Cattafi,Prisco,Mastronardi e Letteratura e Società Italianadal Secondo Ottocento ai nostri giorni in 6 volumi di 3250 pp. Cura la Rivista Internazionale di Letteratura TERZO MILLENNIO e allegati. Ha organizzato Premi Internazionali di alto livello,come Il RHODIS e il Premio RODI' MILICI-LOMGANE. premiando personalità internazionali che si sono distinte nei vari ambiti della cultura a livello mondiale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: