Lascia un commento

Al grande scrittore italiano,Claudio Magris,candidato al Nobel,che oggi compie 80 anni e riveve anche il suo ultimo libro,edito da Garzanti. Il poeta Carmelo Aliberti dedica, come auguri,questi suoi versi e gli auguri per un ancora lunga stagione di vita,ringraziandolo per quanto mi ha donato. Voglia ricevere anche gli auguri di tutta la famiglia della rivista TERZO MILLENNIO

In questo sacro giorno

Ingolfato nel limbico barcone di Caronte

L’azzurro del cielo e del mare di Trieste

Protestano nell’opacità dell’aria

Che inghiotte la città e affonda

in creatura  gioia e nel dolore

Di Via Carpaccio,dove tu attendi

Nella luce colorata dei tuoi libri

Che Palinuro o Ulisse

Ti  portino su un guanciale d’oro

Il vagito della tua nuova creatura

Allevata nel segreto della tua penna

Librata verso orizzonti da te solo visti

Nella poltiglia di fango e di fuoco

Del lago Cocito,dove è sempre acceso

Il  tempo infinito della strage

Di creature vinte e indifese

Catturate con l’inganno

dei perlacei e irosi artigli.

Tu,angelico messo di un Archè ignoto

Che  imperversa senza sosta nel vulcano

Molesto del tuo inviolato senno,

con l’orrore degli eccidi galleggianti

nelle doline ancora insanguinate

del Carso dei fratelli amanti

e nelle vie tergestee

cucite nel giardino del tuo cuore

arroventate dagli spettri erranti

invisibili e inchiodati nella tela

intricata della vita,

hai dischiuso le nostre pupille cieche

alla crudeltà di chi noi credevamo

eroi protettori di creature inermi

bruciate vive anche nel forno di S.Sabba,

dove prima le giovani mondine

serene cantavano la gioia di vivere

pur nella sofferenza del lavoro,

Tu, di dissennate verità nocchiero

Sei il Tiresia in accettato

Dei demoni in cravatta

E ti sei difeso con le orme del sangue

E con brandelli di verità di carne

Ancora viva sulle pareti ricoperte

Da vernice, usata per coprire

Le impronte di tanto strazio

Voluto dai carnefici al potere

Che con la stessa vernice da camaleonti

I carnefici si mutarono in vittime

Osannate come redentori,verso i quali

Non c’erano più le orme accusatrici,

ma “il non luogo a procedere”.

Oggi, cristallino nella tua luce

Di verità, d’amore e di cultura,

ancora sogni che possa sul pianeta,

stuprato dai nuovi barbari

con il sorriso democratico

e labbra avvelenate,

risorga l’alba,l’azzurra alba di Dio.

E con un nuovo entusiasmo sgorgato

Dalle tue pagine e dal tuo cuore perforato

Cantiamo: “Claudio,Claudio,non ci abbandonare”,

ma gioisci con noi,che abbiamo sempre sognato

al magico pianto delle tue parole.

TRIESTE, 10 aprile, 2019.

CARMELO  ALIBERTI, Via SARA DAVIS, 111, 34135  TRIESTE

Informazioni su Carmelo Aliberti

Carmelo Aliberti è nato nel 1943 a Bafia di Castroreale (Messina), dove risiede, dopo la breve parentesi del soggiorno a Trieste, e insegna Lettere nel Liceo delle Scienze Sociali di Castroreale. È cultore di letteratura italiana presso l’Università di Messina, nominato benemerito della scuola, della cultura e dell’arte dal Presidente della Repubblica. Vincitore di numerosi premi, ha pubblicato i seguenti volumi di poesia: Una spirale d’amore (1967); Una topografia (1968); Il giusto senso (1970); C’è una terra (1972); Teorema di poesia (1974);Tre antologie critiche di poesia contemporanea( 1974-1976). POETI A GRADARA(I..II), I POETI DEL PICENUM. Il limbo la vertigine (1980); Caro dolce poeta (1981, poemetto); Poesie d’amore (1984); Marchesana cara (1985); Aiamotomea (versione inglese del prof. Ennio Rao, Università North Carolina, U.S.A., 1986); Nei luoghi del tempo (1987); Elena suavis filia (1988); Caro dolce poeta (1991); Vincenzo Consolo, poeta della storia (1992); Le tue soavi sillabe (1999); Il pianto del poeta (con versione inglese di Ennio Rao, 2002). ITACA-ITAKA, tradotta in nove lingue. LETTERATURA SICILIANA CONTEMPORANEA vol.I,p.753, Pellegrini ,Cosenza 2008; L'ALTRA LETTERATURA SICILIANA CONTEMPORANEA( Ed.Scolasiche -Superiori e Univesità-) Inoltre, di critica letteraria: Come leggere Fontamara, di Ignazio Silone (1977-1989); Come leggere la Famiglia Ceravolo di Melo Freni (1988); Guida alla letteratura di Lucio Mastronardi (1986); Ignazio Silone (1990); Poeti dello Stretto (1991); Michele Prisco (1993); La narrativa di Michele Prisco (1994); Poeti a Castroreale - Poesie per il 2000 (1995); U Pasturatu (1995); Sul sentiero con Bartolo Cattafi (2000); Fulvio Tomizza e La frontiera dell’anima (2001); La narrativa di Carlo Sgorlon (2003). Testi, traduzioni e interviste a poeti, scrittori e critici contemporanei; Antologia di poeti siciliani (vol. 1º nel 2003 e vol. 2º nel 2004); La questione meridionale in letteratura. Dei saggi su: LA POESIA DI BARTOLO CATTAFI e LA NARRATIVA DI FULVIO TOMIZZA E LA FRONTIERA DELL'ANIMA soono recentemente uscite le nuove edizioni ampliate e approfondite,per cui si rimanda ai relativi articoli riportati in questa sede. E' presente in numerose antologie scolastiche e sue opere poetiche in francese, inglese, spagnolo, rumeno,greco, portoghese, in USA, in CANADA, in finlandese e in croato e in ungherese. Tra i Premi, Il Rhegium Julii-UNA VITA PER LA CULTURA, PREMIO INTERN. Per la Saggistica-IL CONVIVIO 2006. Per LA NARRATIVA DI CARLO SGORLON. PREMIO "LA PENNA D'ORO" del Rotary Club-Barcellona. Sulla sua opera sono state scritte 6 monografie, una tesi di laurea e sono stati organizzati 9 Convegni sulla sua poesia in Italia e all'estero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: